Scopriamo cosa è l’acufene e come contrastarlo.

Ti è mai capitato, nel silenzio tombale, di sentire un fastidioso ronzio o fischio alle orecchie?Sicuramente sì se, almeno una volta nella vita sei stato ad un concerto o in discoteca. Ecco, l’acufene è paragonabile proprio a quel fischio.


Ma vediamo come lo definisce la scienza: l’acufene è un rumore fastidioso, avvertito internamente dalle persone che ne soffrono, paragonabile a un ronzio costante o sibilo. I suoni emessi a causa dell’acufene possono essere costanti o intermittenti e in assenza di un reale stimolo acustico.


Classicamente l’acufene viene classificato in due tipologie: oggettivo e soggettivo.L’acufene è oggettivo quando il suono effettivamente può essere percepito con opportune tecniche di oscultazione. Spesso, questa tipologia è legata ad una patologia alla base. Come il rumore del flusso del sangue, anche quello dell’acufene in questo caso specifico, può essere percepito da apparecchi esaminatori esterni. L’acufene è soggettivo quando soltanto il paziente può percepirlo e corrisponde alla stragrande maggioranza dei casi.


Ma quali sono le cause di questo sintomo misterioso? Purtroppo la realtà è che spessissimo è impossibile determinarne le cause. Il sibilo si genera o in maniera graduale o in modo immediato, ciò dipende da persona a persona. 

Le cause ipotizzabili sono:

• Invecchiamento e perdita graduale dell’udito. La perdita dell’udito è causa principale, con l’invecchiamento le cellule ciliate dell’orecchio cominciano a degradarsi e l’orecchio come reazione alla perdita di questa importantissima funzionalità diventa più sensibile causando l’acufene.

• Esposizione ai rumori forti. L’esposizione ai rumori può essere dannosa alle cellule cocleari. Dopo un concerto, appare questo lieve sibilo, che però scompare a distanza di qualche ora. Ma L’esposizione prolungata e massiccia a rumori forti può determinare un danno permanente.

• Tappi di cerume. Il cerume, per funzionalità naturale, serve proprio a proteggere il nostro sistema uditivo da infezioni e dai rumori. La formazione di cerume però, se rilevante, può determinare la comparsa dell’acufene. Per questo è molto importante, periodicamente, procedere con l’eliminazione dei tappi di cerume.

• Lesioni neurologiche. Quando si verifica un danno, congenito o postumo alle vie nervose uditive può generarsi il sintomo dell’acufene. A esempio, la sclerosi multipla o un tumore cerebrale, possono essere le cause di questo sintomo perché intaccano gravemente il nervo acustico.

• Infezioni e infiammazioni. Anche le infezioni all’orecchio, come banalmente l’otite, possono causare l’acufene. Se risolte in tempo, anche l’acufene avrà breve durata.

• Farmaci. Ci sono alcuni farmaci, detti ototossici, che possono generare infezioni batteriche alle vie uditive e quindi determinare l’acufene.

• Fumo di sigaretta. Il fumo contiene delle sostanze molto nocive per il nostro sistema uditivo, e queste sostanze, intasando il condotto, possono determinare il famoso sibilo.

Possibili Soluzioni: terapia del Suono e protesi

Dopo una corretta e attenta diagnosi, l’esperto otorino insieme all’aiuto dell’audioprotesista determinano quali soluzioni portare avanti insieme al paziente. 

Presso il centro assistenza Audiotecnica, ad esempio, potrete usufruire di innovativi trattamenti per il vostro orecchio, come la terapia anti acufene e la terapia del Suono.

  • La terapia anti acufene vi consente di adottare uno stile di vita piacevole e rilassante, arginando questa fastidiosa patologia. Le nostre vite, infatti, sono arricchite da suoni piacevoli e delicati, come le note della nostra canzone preferita oppure frasi sussurrate all’orecchio, ma, in presenza di acufene, i suoni risultano attenuati oppure diventare addirittura fastidiosi. 
  • La terapia del Suono, in esclusiva per il centro Audiotecnica di Palermo, utilizza i rumori per mascherare i suoni fastidiosi dell’acufene, tra cui il rumore bianco, rumori speciali di mascheramento, musica a basso volume e persino suoni personalizzati. Tale terapia è offerta, in varie forme, da molti modelli di apparecchi acustici moderni, rimedi efficaci per trattare sia l’acufene che vari livelli di perdita uditiva, patologie spesso tra loro collegate.  

Alcuni dispositivi infatti, hanno dimostrato una certa efficacia nel ridurre l’entità degli acufeni. Anche un semplice apparecchio acustico può alleviare il sintomo migliorando le capacità uditive del paziente (ricordiamo infatti che la causa principale dell’acufene è la perdita dell’udito). 


Conclusioni

Nessun trattamento anti acufene o terapia è immediatamente efficace, poiché per guarire e tenere sotto controllo le patologie uditive occorrono tempo e impegno.  

Il centro Audiotecnica di Palermo è a vostra disposizione non solo per le terapie anti acufene o del Suono, ma anche per darvi preziosi consigli su come sviluppare le abilità e le strategie da adottare nella vita di tutti i giorni, oppure per proporvi l’assistenza di audioprotesisti esperti. Chiamaci per prenotare la tua visita, scopriremo insieme quali sono i modi migliori per contrastare il problema.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *